Torino-Trapani 7 a 1, le pagelle: un Toro che diverte e si diverte passa il turno in scioltezza

di Alex Bembi
articolo letto 5129 volte
Foto

Sirigu 6: impegnato di rado, qualche rinvio sballato. Sul gol del Trapani poco può fare.

Zappacosta 5,5: uno dei migliori nell’ultima amichevole, oggi limita tantissimo le sue proverbiali discese, pur giocando con un avversario che concede moltissimi spazi. (dal 70’ De Silvestri 6,5: in poco più di 20 minuti riesce ad incidere, seppur a risultato ampiamente acquisito, con un bellissimo gol. Se il fisico tiene, potrà essere molto utile per tenere sempre Zappacosta sulla corda).

N’Koulou 6,5: ha il piglio da leader. Si vede quando indica ai compagni dopo indirizzare il passaggio, quando si impone nei contrasti seppur con avversari modesti e sembra prendersi carico della difesa granata grazie alla sua grande esperienza. Non ha ancora moltissima confidenza con i compagni, ma l’intesa crescerà, il talento intanto c’è già.

Moretti 6,5: contro avversari di questa caratura potrebbe dire la sua per altri 10 anni. Impeccabile.

Molinaro 5,5: molto falloso e poco propositivo.

Acquah 6: gara tranquilla, nulla da segnalare. Non sembra infastidito dalle pressanti voci di partenza. (dal 65’ Lukic sv).

Obi 6,5: dopo aver purgato Huddersfield e Friburgo in amichevole, si conferma in grande vena realizzativa andando a segno anche in gare ufficiali. Ancora un bell’inserimento, ancora un gol di testa. Se starà bene fisicamente, lotterà ad armi pari con i presunti titolari per convincere Mihajlovic. Le doti tecniche non gli mancano.

Iago Falque 7: un gol di classe e tante giocate di qualità. Riparte da dove aveva lasciato, incantando i tifosi al Grande Torino. Dovesse trovare continuità di rendimento anche in trasferta potrebbe diventare un top player del campionato di serie A. (dal 75’ Edera sv).

Ljajic 7,5: tra giocate di tacco e assist con il cucchiaio, ammalia il pubblico in una serata felice per i tifosi rimasti in città. I presenti allo stadio per l’esordio stagionale dei granata grazie a lui si spellano le mani e vanno indietro con la  memoria di parecchio per ricordare un talento del genere con indosso questa casacca. Mette lo zampino in quasi tutti i gol del Toro, mentre la gloria personale si ferma contro la traversa. Avrebbe meritato il gol.

Berenguer 6,5: che azione quella che porta al primo gol in maglia granata del neo acquisto spagnolo! Triangolazioni di fino con Ljajic e Iago Falque e dribbling sul portiere per insaccare il 3 a 1. Molto bravo anche in altre occasioni: durante il precampionato sembrava un pesce fuor d’acqua, stasera ha mostrato alcune delle doti che hanno convinto Petrachi a strapparlo al Napoli.

Belotti 7: non poteva che essere lui a sbloccare la prima gara ufficiale della stagione. Ne mette un altro, giusto per ricordare a tutti che non ha perso il fiuto del gol. Nessuno lo aveva nemmeno per un secondo pensato, ma il Gallo vuole andare sul sicuro. Non ha parlato per tutta l’estate, ora lo ha fatto sul campo, nel migliore dei modi per un calciatore. In verità appare ancora un po’ imballato, si divora almeno altri due gol, ma sull’autorete di Fazio c’è il suo marchio di fabbrica. Per una “prima”, basta ampiamente.


Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI