ESCLUSIVA TG - Il Ds Alberto Cavagnis presenta Lazar Slavkovic, obiettivo di mercato dei granata

di Elena Rossin
Fonte: Alberto Cavagnis
Vedi letture
Alberto Cavagnis
Alberto Cavagnis

Chi ha osservato Lazar Slavkovic al Campionato Europeo Under 17 nel maggio scorso e lo segue anche quando indossa la maglia del Partizan di Belgrado ne parla bene e prospetta per lui un futuro roseo. Il ragazzo ha compiuto 17 anni il tre marzo ed è molto giovane, soprattutto trattandosi di un portiere, ma calcisticamente è stato formato nell’Accademia del Partizan di Belgrado, una delle migliori che ci sono in Serbia e in generale nell’Europa dell’Est, quindi, questo fattore va considerato. La riprova è che Lazar ha disputato il Campionato Europeo Under 17 quando da poco aveva compiuto sedici anni e in quel contesto vi erano parecchi giocatori che avevano un anno più di lui e non ha certo sfigurato.

“Sotto il profilo tecnico - assicura Alberto Cavagnis ex dirigente del settore giovanile dell'Udinese e specializzato nell'individuazione di talenti nell'Est Europa - Slavkovic è molto esplosivo e reattivo negli interventi ed è dotato di buona tecnica nella gestione del pallone. Nonostante non sia molto alto, 183 centimetri, nelle uscite alte è sicuro grazie anche a una personalità che è già emersa nonostante la giovane età e, infatti, non a caso gioca in Nazionale, anche se nell'ultima partita contro la Svezia hanno fatto giocare Stankovic dell’Inter, e nel Partizan”. Cavagnis assicura che Lazar Slavkovic è “un profilo da seguire assolutamente”.

Non c’è da stupirsi quindi che già da un po’ di tempo abbiano messo gli occhi su questo ragazzo nato a Novi Pazar importanti club. Il Torino lo sta monitorando, ma anche Atalanta, Inter, Roma (almeno fino a quando c'era Monchi) e il Bologna in Italia e all’estero su di lui c'è stato un forte interessamento del Bayern Monaco come già riportato da più parti e anche da Torinogranata. Il Torino ha già portieri emergenti interessanti come Zaccagno, Cucchietti e Vanja Milinkovic-Savic che stanno facendosi le ossa in giro per l’Italia, ma questo non esclude che non sia interessato a nuovi talenti.