Europa League, il Napoli ai quarti ma ha rischiato grosso

di Elena Rossin
articolo letto 1826 volte
Carlo Ancelotti
Carlo Ancelotti

Sembrava tutto facile perché forte del successo per tre a zero all’andata il Napoli ha sbloccato il risultato con Milik, ma poi tutto si è complicato perché il Salisburgo ha segnato tre gol. Il Napoli nel primo tempo ha giocato come ci si aspettava affrontando gli austriaci a viso aperto e segnando il gol che di fatto avrebbe chiuso la partita. Mario Ruiz conquista la palla nella trequarti avversaria e cossa Ulmer-Onguéné-Walke non s’intendono e ci pensa Milik in sforbiciata a mandare la palla in rete (14’). Forte del passaggio del turno al sicuro la squadra di Ancelotti si è un po’ rilassata e ha iniziato a commettere qualche errore di troppo. Allan sbaglia un passaggio in orizzontale e ne approfitta Dabbur per pareggiare (25’)  

Nella ripresa gli errori sono anche aumentati e il Salisburgo ha avuto la tenacia di provare a crederci fino in fondo.  Apertura di Szoboszlai apre per Wolf, che lancia Ulmer sulla sinistra che crossa basso vedendo il taglio di Gulbrandsen che così elude l’intervento di Mario Rui e segna il gol del  2 a 1 (65’). In pieno recupero sugli sviluppi di di un calcio d’angolo in area c’è un  batti e ribatti  con la palla che carambola su Leitgeb che con grande prontezza calcia subito beffando Meret sul primo palo (92’).Il Napoli si qualifica ai quarti, però, ha rischiato grosso.


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy