Udinese, Oddo: “Non mi è sembrato che il Torino ci abbia schiantato. Risultato condizionato dal Var”

di Elena Rossin
Fonte: Elena Rossin
articolo letto 6289 volte
Foto

L’allenatore dell’udinese, Massimo Oddo, in conferenza stampa ha commentato la sconfitta con il Torino. Queste le sue parole:

È stato bravo Il Torino a non farvi giocare oppure ci avete messo anche qualche cosa di vostro?

"Mah, mi è sembrato che la partita sia stata equilibrata e non mi è sembrato che il Torino ci abbia schiantato, anzi. Noi siamo partiti molto molto bene creando subito un paio di palle gol e segnando, ma ci hanno ingiustamente annullato la rete e sinceramente non ho capito il perché dell' annullamento. Il Torino ha sfruttato una palla inattiva, ha sfruttato un po' di calci d'angolo perché ha Iago Falque e li batte estremamente bene e quindi difficoltà le ha potute creare, infatti, in una di queste ci ha fatto gol. E poi alla fine c'è stato il contropiede del due a zero, ma non mi ricordo azioni clamorose del Torino e nel secondo tempo abbiamo anche avuto in mano il pallino del gioco. Abbiamo disputato la partita che dovevamo fare e magari con poca incisività. Posso anche sbagliarmi perché vedo la gara dalla panchina, quindi, da un'angolazione diversa, ma mi è sembrata una partita estremamente equilibrata e gli episodi hanno fatto tutto".

Prima del gol annullato la partita era nelle vostre mani, mentre dopo in quelle del Torino. La lunga interruzione per consultare il Var quanto ha inciso?

"Non è questo che ha inciso, ma è vero che nei primi minuti della gara abbiamo fatto meglio noi e che dopo il gol annullato è stato il Torino a fare qualche cosina in più di noi, ma nel secondo tempo abbiamo giocato a noi e loro hanno sfruttato le ripartenze. Comunque è stata una partita equilibrata e non dico che abbiamo dominato, ci mancherebbe. La partita è stata equilibrata e sinceramente non mi ricordo grandi occasioni né del Torino né nostre ed è per questo che parlo di una partita equilibrata decisa da episodi e dalla qualità di giocatori come Belotti".

Lei come ha visto l'episodio del gol annullato?

"Non c'è stato fallo e neppure il fuorigioco perché la posizione di Maxi Lopez era ininfluente poiché la palla stava andando in un'altra direzione, quindi, sinceramente alzo le mani perché non ho capito la decisione di annullare il gol. In occasione del gol del Torino, quando è stato battuto il calcio d'angolo, c'è stato un fallo clamoroso e palese di Belotti, ma ci sta non vederlo perché è una cosa che può capitare. Il problema è che sia stato annullato il nostro gol".

L'uscita di lasagna per infortunio quanto ha pesato? Come sta il giocatore?

"Lasagna è l'unico giocatore che abbiamo che ha le caratteristiche per un certo tipo di partite e nel momento in cui viene a mancare un giocatore come lui bisogna alzare il baricentro e magari inserire un trequartista in più e lo abbiamo fatto, anche se non è servito molto. Perdiamo un giocatore importante tatticamente perché ha subito uno stiramento e per forza di cose faremo a meno di lui".

Prima ha detto che siete stati poco incisivi, da che cosa è dipeso?

"Sicuramente dalla bravura dei difensori del Torino perché quando non si vince vuol dire che sono bravi loro. Io mi ricordo che tre-quattro volte siamo entrati nell'area del Torino e abbiamo perso tempo al momento del tiro e abbiamo voluto fare un tocco in più. Dovevamo essere più "cattivi" in area perché dalle parti di Sirigu ci siamo arrivati, ma poi magari ci è mancata la stoccata definitiva".

Il risultato di oggi ha fatto da spartiacque in chiave Europa League? Fino al Torino ci sono squadre che lottano e chi è sotto ormai è fuori oppure no?

"Faccio un passo indietro, non ho detto che il Torino non abbia fatto, avrà avuto un paio di occasioni in più, ma è stata una partita tutto sommato equilibrata e non ho visto una squadra che ha schiantato l'altra ed è questo che volevo sottintendere. E in più credo che l'andamento della partita sia dovuto in gran parte a delle circostanze, poi, se il Torino ha avuto tre o quattro occasioni in più ci sta e non voglio dire il contrario o sminuire la qualità del Torino. Magari se non fosse stato annullato il nostro gol sarebbe stata un'altra partita.
Per quel che riguarda l'Europa League, non è che se perdiamo una partita tiriamo i remi in barca. Innanzitutto siamo contenti di essere in questa posizione in classifica e di lottare con squadre che hanno sicuramente qualche cosa in più di noi e questo è già un grande successo visto che quando sono arrivato io le aspettative erano tutt'altre. Abbiamo perso uno scontro diretto con una squadra che aveva i nostri stessi punti e adesso nelle prossime gare cercheremo di fare meglio se vogliamo tenere in piedi quello che posso chiamare un sogno. Per realizzare il raggiungimento di un qualcosa di straordinario dovremmo fare nove vittorie, quindi, abbiamo perso oggi e dovremmo vincere le prossime partite, non è un problema se saremo bravi, altrimenti …".

Widmer e Zampano sono stati costretti a giocare molto bassi per la bravura degli esterni del Torino, questo vi ha impedito di spingere di più sulle fasce?

"Noi giochiamo volutamente bassi perché le nostre caratteristiche sono queste in quanto abbiamo fisicità, gamba e ripartenza, ma non abbiamo la qualità per portare la palla nell'altra area di rigore proprio perché non è nelle nostre caratteristiche. Dobbiamo, quindi, sfruttare le nostre caratteristiche e alle volte cerchiamo di andare a prendere alto gli avversari quando ci riusciamo e ce lo consentono, ma il più delle volte facciamo secondo le nostre caratteristiche I risultati li abbiamo tenuti in questo modo. Oggi non abbiamo giocato più bassi del solito".

Da grande ex difensore quale lei è stato, In occasione della rete di Belotti non sarebbe stato meglio fermarlo con un falletto?

“Ma no, secondo me, è stato bravo Belotti perché Samir lo aveva ripreso e Samir è un giocatore veloce, ma poi Belotti è stato bravo a fare un passo in più, a mettere un braccio davanti e sorpassarlo e non c'è stato più il tempo d'intervenire. L'errore è stato a monte perché Belotti non si doveva trovare nell'uno contro uno con il portiere".


Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI