Lavoro in palestra e prove di tattica per il Torino. Presentata la nuova maglia: Belotti non è un testimonial

di Elena Rossin
Fonte: Elena Rossin
articolo letto 4551 volte
Foto

Tutto tace sul fronte del mercato e questa non è una buona notizia né per Mihajlovic né per i tifosi, ma questa è la realtà, al momento, e tutti si devono adeguare. La sensazione è che fino a quando non sarà fatta chiarezza sul destino di Belotti, ricordando sempre che la cosiddetta clausola rescissoria non ha limiti temporali e al massimo può essere stretto un patto d’onore fra la società e il “Gallo” sul fissare una deadline oltre la quale anche a fronte dei cento milioni e di un ingaggio molto sostanzioso, quindi appetibile, al giocatore chi lo proponesse si sentirebbe dire “No, grazie. Sarà per la prossima volta poiché ormai è troppo tardi e il Torino non può essere lasciato nella grana di dover trovare adesso un valido sostituto”. Con un adeguamento del contratto la società granata potrebbe venire incontro a Belotti e sopperire all’eventuale mancato guadagno altrove e il non giocare le coppe internazionali, ma per questo ci deve essere una decisa mossa di Cairo, auspicabile, però, non obbligatoria.

Intanto è stata presentata la nuova maglia, la principale, per la stagione, la Kombat Calcio è granata per i giocatori e verde per i portieri. Non è passato inosservato che nella foto ufficiale non c’è Belotti, infatti, sorridenti e soddisfatti compaiono Lyanco, Falque, Moretti e Sirigu. Sarà un caso forse legato ai contratti di sponsorizzarione, ma che non ci sia quello che dovrebbe anche indossare la fascia di capitano, al secolo Andrea Belotti, è comunque un segnale. Difficile pensare che i testimonial siano stai scelti a caso. Qualcuno potrebbe obiettare che non c’è neppure Ljajic, altro giocatore di punta dei granata, verissimo, oppure il fresco di rinnovo Baselli, ineccepibile, però, comunque il “Gallo, non è stato scelto per questa foto ufficiale ed è un dato di fatto.

In attesa di certezze e novità possibilmente positive Mihajlovic e i giocatori proseguono la preparazione a Bormio e questa mattina l’allenamento è stato incentrato prima sul lavoro in palestra, inframezzato da un riscaldamento nella zona antistante la tensostruttura nella quale è allestita la palestra, e poi sulla tattica. Solo i portieri, come di consueto, hanno lavorato a parte con il loro preparatore Di Sarno. Mihajlovic e il suo staff hanno diviso i giocatori in due gruppi da una parte i difensori e dall’altra i centrocampisti e gli attaccanti, prove di schemi offensivi e difensivi e a seguire attacco contro difesa con i portieri che si sono uniti al gruppo. La sessione di lavoro è terminato con lo stretching. Parigini non si è allenato con i compagni a causa di una caduta ieri in allenamento che gli ha provocato una sublussazione all’acromion della clavicola re sinistra, nei prossimi giorni saranno definiti i tempi di recupero in base al decorso clinico.

Nel pomeriggio la prima amichevole della stagione con la Casateserogoredo che milita in Eccellenza, fischio d’inizio alle ore 17. La partita sarà visibile in esclusiva su Toro Channel, se si è abbonati, per chi non può recarsi in Valtellina, ma vuole vedere all’opera i propri beniamini.  


Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI